galleria foto webcam
Volpe accanto a una coniferaPrimo piano di fiori di montagnaCamoscio in paesaggio invernale vicino a coniferaPrimo piano di rododendriGiglio rosso con Dolomiti sullo sfondoPrimo piano di fiore di montagna

La bellezza dell’Alta Badia,
lo splendore delle Dolomiti

Flora e fauna nelle Dolomiti

Le Dolomiti sono ricche di vegetazione e specie animali, un’ambiente naturale da esplorare e scoprire durante la vostra vacanza in Alta Badia.

Flora

Grazie alla sua posizione geografica e la conformazione geologica, l’Alta Badia vanta una grande varietà di flora. Nelle vallate si trovano variegate specie di fiori d’alpeggio, mentre i fiori di alta montagna crescono in zone impervie. All’inizio della primavera, quando i prati non sono ancora verdi, i crocus bianchi e viola li ricoprono completamente e piano piano rimpiazzati dal giallo tarassaco.

La genziana, la primula, il ranuncolo, la soldanella alpina si trovano nei terreni più umidi. Gli anemoni si trovano negli alpeggi più alti mentre l’anemone epatica si trova nei boschi.

Il momento più bello, per quanto riguarda la vegetazione, va da giugno a fine agosto. In quel periodo fioriscono auricole, genziane diverse, nigritelle, sassifraghe, l’aquilegia, campanule, vari tipi di giglio come il giglio martagone. I pendii delle montagne ed i boschi appaiono ancor più emozionanti punteggiati dalla fioritura dei rododendri fucsia. Vi è inoltre una grande varietà di erbe spontanee che vengono raccolte ed utilizzate al St. Hubertus per i piatti ispirati a “Cook The Mountain. Piante officinali come l’arnica vengono utilizzate nella Spa per calmare e distendere i muscoli indolenziti dopo attività sportive.

Fauna

Le montagne ed i boschi dell’Alta Badia offrono delle attrazioni uniche per coloro che amano la fauna. Lo svolazzo delle ali, la corsa di un capriolo, l’affrettarsi di uno scoiattolo, il canto degli uccelli ed il volo perfetto di un’aquila animano diversi aspetti del mondo che ci circonda.

In alta montagna, il terreno ha portato gli animali più grandi a quattro zampe ad acquisire un’agilità straordinaria. Quest’abilità dona a tali animali una destrezza tale da permettere loro di approdare sempre nel luogo più opportuno e sicuro senza mai scivolare.

L’esempio migliore è il camoscio. Lo zoccolo elastico con diverse sezioni che possono essere separate indipendentemente lo rendono il re della montagna. I camosci possono essere avvistati nei burroni del Sella, nel gruppo del Puez-Gardenaccia, nelle vallate del Setsas e specialmente nell’altopiano del Fanes. Accade spesso d’incontrare un gregge di 20 o 30 camosci. Mentre in estate si avventurano in alta montagna fino a 3.000 metri, l’inverno lo trascorrono nei boschi di pino mugo.

 

AMAN
banner e tron summer